Il comune di Cirò, sulla costa ionica calabrese nella provincia di Crotone, rappresenta una delle aree più antiche e dense di cultura della storia enologia italiana. Le orogini del territorio risalgono alla Magna Grecia, tempo in cui i primi coloni greci sbarcarono sulle coste calabresi, attirati dalla fertilità di questo territorio così ricco di vigneti, grazie alla loro posizione favorevole. Da allora dai vitigni coltivati in queste aree, Gaglioppo, Greco bianco e reco nero, viene prodotto un vino nobile, generoso e ricercato che riscuote ancora oggi il successo dei palati più esigenti.

territorio[1]